Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla Privacy Policy

Disfunzione erettile

La disfunzione erettile (DE), uno dei disturbi più comuni della sfera sessuale maschile, è definita come la persistente o ricorrente incapacità a raggiungere e mantenere un’erezione sufficiente per avere un rapporto sessuale soddisfacente.

La DE è da considerare come un problema multifattoriale conseguente ad una alterazione progressiva graduale di tutte le componenti che stanno alla base del meccanismo dell’erezione, inclusi fattori biologici, relazionali, intrapsichici e sociali, che interferisce sulla qualità di vita sia del singolo che della coppia.
Può presentarsi a tutte l'età, dalla giovinezza alla vecchiaia, per alcuni uomini può essere un problema occasionale per altri un problema frequente; in ogni caso la DE è una condizione da non sottovalutare poiché spesso può rappresentare un campanello d'allarme per altre patologie, talvolta anche gravi.
I principali fattori di rischio della DE sono:

  • il fumo di sigaretta
  • l’alcol
  • le dislipidemie
  • la presenza di patologie cardiovascolari, come l’ipertensione
  • il diabete mellito
  • le patologie ormonali, come per esempio bassi livelli di testosterone
  • le infezioni uro-genitali.

Inoltre numerosi farmaci possono indurre, direttamente o indirettamente, alterazioni dell'erezione, compresi gli antipertensivi, gli antidepressivi e i sedativi, oltre ovviamente all'alcol e alle droghe, che nel medio-lungo tempo producono danni neuro-vascolari.
Tra le cause psicologiche rientrano la depressione, i sensi di colpa e di inadeguatezza, le preoccupazioni, lo stress e l'ansia, che concorrono ad inibire la risposta erettile e il desiderio sessuale.
Riguardo la diagnosi, il corretto approccio prevede un’anamnesi e un esame obiettivo volti a identificare le possibili cause, le terapie farmacologiche concomitanti o le patologie a prevalente componente psico-relazionale interferenti con la funzione sessuale.
Il trattamento farmacologico della disfunzione erettile è ad oggi basato sull’utilizzo degli inibitori della 5-fosfodiesterasi (PDE5i) che, somministrati per via orale, sono in grado di indurre l'erezione promuovendo l'afflusso di sangue al pene, in seguito a stimolazione sessuale. In virtù della loro efficacia e della loro tollerabilità, le principali linee-guida in materia concordano nell’indicare i PDE5i come trattamento di prima linea (livello di evidenza 1a; forza della raccomandazione A) per il trattamento della DE.

Referenze:
• McCabe, Marita P., et al. "Definitions of sexual dysfunctions in women and men: a consensus statement from the Fourth International Consultation on Sexual Medicine 2015." The journal of sexual medicine 13.2 (2016): 135-143.
• Jannini, E. A., McCabe, M. P., Salonia, A., Montorsi, F., & Sachs, B. D. (2010). Controversies in sexual medicine: Organic vs. psychogenic? The Manichean diagnosis in sexual medicine. The Journal of Sexual Medicine, 7(5), 1726-1733.
http://www.salute.gov.it/portale/fertility/dettaglioContenutiFertility.jsp?lingua=italiano&id=4560&area=fertilita&menu=malattie
• Porst, Hartmut, et al. "SOP conservative (medical and mechanical) treatment of erectile dysfunction." The journal of sexual medicine 10.1 (2013): 130-171.
• Hatzimouratidis, K., Amar, E., Eardley, I., Giuliano, F., Hatzichristou, D., Montorsi, F., ... & Wespes, E. (2010). Guidelines on male sexual dysfunction: erectile dysfunction and premature ejaculation. European urology, 57(5), 804-814.
• American Urological Association The Management of Erectile Dysfunction (2005).

Le proposte terapeutiche

Specialità farmaceutiche:

Dalerpen - Tadalafil

Accedi all'area professionisti per visualizzare le schede prodotto complete